sabato 12 luglio 2014

5 Mesi e 5 giorni

Non mi sono dimenticata del complemese della mia piccola apetta, ma diventando ogni giorno più impegnativa non trovo sempre il tempo di fare ciò che vorrei.
Sfruttando la mia "maternità" sono riuscita dopo anni ad andare via da Roma a Luglio, mi sto godendo un pò di campagna laziale, il tempo non è dei migliori ma l'importante è non stare in mezzo al casino della città.
Questo mese la pupetta ha fatto tanti progressi e ha scoperto un sacco di cose nuove....le sue prime volte si stanno moltiplicando velocemente.
Ha scoperto i piedi, tira su le zampette e li acchiappa appena può sfruttando quei piccoli addominali che si ritrova, apre e chiude la manina come se non ci fosse un domani....soprattutto appena sveglia....si vede che quando si addormenta si dimentica quello che ha scoperto il giorno prima e quindi al risveglio è tutto nuovamente una scoperta.






giovedì 12 giugno 2014

12 giugno


Questa data non la dimenticherò mai, come del resto tante altre, ma il giorno in cui scopri che aspetti un bambino, dopo anni di ricerca e dolore, è molto in alto nella lista delle ricorrenze che porti nel cuore.
Quel giorno l'ho già raccontato qui ma oggi non potevo non postare nulla....anche solo una dolce foto per ricordarmi come cambia la vita e che i miracoli a volte succedono.

Buon 12 giugno a noi!




sabato 7 giugno 2014

Il tempo vola...

....e siamo arrivati a 4 mesi...e 6 kg....e mille risate sonore a bocca aperta....uno spasso.
Oggi sarà la sua prima notte nella sua stanzetta, stamattina ho spostato la sua culla e ho pensato a come il tempo scorre veloce e a come lei cresce a vista d'occhio.
Ogni tanto ripercorro mentalmente il giorno del parto, le sensazioni, il dolore e soprattutto lo stupore nel vederla lì accanto a me quando solo un momento prima era nella mia pancia....un miracolo davvero.
Come abbiamo fatto a vivere prima senza di lei?
Sembra che nella nostra vita non abbiamo fatto altro che allattare e cullare e abbracciare un fagottino morbido....ma in realtà non è così e a volte infatti arriva un pò di nostalgia, credo sia normale, la vita ti cambia così radicalmente che non potrebbe essere diversamente.
Ogni momento della vita è diverso dall'altro, se non fosse arrivata Adele avremmo continuato a vivere come due sposini e saremmo stati bene lo stesso....ma ora in tre siamo decisamente più felici.

Quando rileggerò questo diario leggerò del terzo mese come quello della svolta, le poppate che piano piano diventano più veloci, il seno sempre meno dolorante, lei che dorme di più di notte...e di giorno in compenso è più sveglia ma ci divertiamo anche di più perchè Adele inizia ad essere reattiva e piano piano più partecipe....insomma questo è un bel periodo.

In più questo fine settimana si festeggia anche il nostro primo anniversario di matrimonio, un bel massaggio rilassante per tutti e due e una cena in un ristorante giapponese dove non eravamo mai stati, la serata non è stata proprio romantica ma siamo stati contenti lo stesso di condividere questa ricorrenza anche con lei.








venerdì 23 maggio 2014

Pannolini lavabili

Sono passate più di due settimane da quando ho scritto che avrei iniziato ad usare i pannolini lavabili e ora vi voglio dare la mia più schietta opinione...SE PO FA (come si dice a Roma).
Prima di argomentare questo mio giudizio voglio fare una premessa, perché sennò qualcuno potrebbe pensare, vabbè sta tipa qui è una che non ha un cavolo da fare tutto il giorno, non lavora, ha una persona che l'aiuta a casa, non ha la fatica dell'allattamento ecc..
Dunque Adele è la mia prima figlia e di conseguenza ho dovuto per la prima volta imbattermi in tutti i problemi e le novità del caso, compresa la grossa fatica dell'allattamento che alla soglia del quarto mese sta diventando molto più gestibile e veloce.
Ora sono in maternità ma riprenderò presto il mio lavoro, 5 ore al giorno compresa un ora per andare e una per tornare.
Non sono mai stata una perfetta casalinga anzi, ma il mio essere abbastanza ordinata e organizzata mi porta a sembrarlo anche se ho delle grosse lacune che speriamo con un po' di esperienza riuscirò a colmare.
Non sono una naturalista, solo biologico, ritorniamo alle origini o cose così, so cosa vuol dire mangiare sano e usare prodotti che non contengono sostanze nocive ma non sono una fanatica, per cui se avessi difficoltà nell'usare i pannolini lavabili lo direi tranquillamente....non è una sfida, non si vince nessun premio è una cosa che voglio fare perché credo nel prodotto e nelle sue potenzialità.
Poi mi sono fatta due conti e ho pensato che risparmiando sui pannolini posso comprare un vestitino in più ad Adele se mi va o comprare i prodotti che uso per lei senza impazzirmi a guardare gli inci e cercare il migliore qualità prezzo ma andrei sul sicuro senza farmi mille paranoie sul costo.
Mi sono informata leggendo e guardando tanti tutorial per capire l'utilizzo e soprattutto il lavaggio e la conservazione per far si che non si rovinino e ora mi sembra tutto più facile.
Detto questo posso dire che lavare e stendere i pannolini lavabili è realmente il problema minore; del resto quando io faccio una lavatrice la mia unica paturnia è che poi devo stirare, cosa che con i pannolini lavabili non c'è perché non serve assolutamente.
Visto che ci sto vi faccio vedere quali pannolini uso, io ho trovato utile leggere nei blog i vari pareri e vedere che tipo di pannolini usassero le altre mamme.

Mia sorella ne ha presi due tipi da provare, il modello tutto in uno (nella foto è verde) e quello composto da due pezzi (nella foto è color ecru).
Bum Genius quello verde (di questo modello ce ne sono tanti) lo puoi usare dalla nascita in poi, regolabile con dei bottoni che accorciano il pannolino davanti e regolabili con il velcro in vita.
Hanno una tasca interna dove si infila l'inserto in Pul (poliuretano laminato= tessuto impermeabile ma anche traspirante) e volendo se si ha bisogno di più assorbenza si può aggiungere un altro inserto più piccolo.
Io per ora non ho bisogno di inserire un altro inserto aggiuntivo nel pannolino perché assorbe benissimo così, aggiungo solamente nel pannolino un velo assorbente (velo raccogli feci) che si può gettare nel water (comodissimo); se la cacca è solida il pannolino sotto praticamente non si sporca nemmeno (con il velo), se fosse ancora liquida il velo fa sporcare meno il pannolino.
Quando la cambio butto il velo nel water, se ha fatto solo pipi posso sfilare l'inserto e sciacquarlo velocemente sotto l'acqua e metterlo in un secchio (io ce l'ho in terrazzo) sennò metterlo direttamente nel secchio, senza sciacquarlo, insieme al pannolino.
Se ha fatto la cacca, butto il velo e sciacquo l'inserto che ho sfilato e il pannolino e metto tutto nel secchio.

mercoledì 7 maggio 2014

3 mesi e 5 kg!

Abbiamo raggiunto un altro traguardo e con i tre mesi anche tante altre piccole novità.
Questo mese passato tra scatti di crescita, feste, ponti vari e il suo primo vaccino non sono riuscita a scrivere nulla anche se come ho scritto diverse volte i post in testa ce li ho sempre...è buttarli giù che in questo momento mi riesce difficile.
Insomma oggi la piccola polpetta compie 3 mesi e non potevo non scrivere qualcosa e farvi vedere come sta crescendo....quando rileggerò questi post in futuro mi farà piacere sbirciare la sua crescita e tutte le cose che siamo riusciti a fare...del resto il blog è come se fosse un diario virtuale!
Io sono una persona che tende a darsi degli obiettivi ed a organizzarsi ad esempio le giornate, facendo così riesco a gestire meglio tutto (non sempre naturalmente), questo per dire che anche con Adele sto procedendo per gradi e per obiettivi.
Ho iniziato ad usare la sdraietta, la piccola inizia ad interagire con il mondo esterno e dalla carrozzina risultava un po' difficile, ho aspettato un po' perché mi avevano consigliato di tenerla in più possibile sdraiata e così ho fatto.
Sta iniziando a sorridere di gusto, a farti capire che lei c'è e che non vede l'ora di farsi due chiacchiere....ogni suo cambiamento è bellissimo, non pensavo di poter stare ore a guardarla e invece adesso la metà della giornata la passo a parlare come una deficiente e ha chiamare mia figlia con epiteti che vanno dal fagiolino passando per tutti i tipi di frutta e specie animale intervallati da ghe ghe, la la, grrr.
Da qualche giorno sbava come una lumachina (come dice nonno Nino), sta preparando le gengive all'attacco dei dentini...e con la sua bavetta mi sto preparando anche io...psicologicamente però.

Il passo più significativo è stato che proprio oggi mi sono fatta coraggio e ho deciso di iniziare ad usare i pannolini lavabili.
Ecco si l'ho detto.
Il 50% delle persone (forse anche l'80%) con cui ho parlato mi hanno scoraggiato, compresa mia sorella maggiore che aveva comprato tutto il kit suggerito da nostra sorella V, per poi abbandonare la cosa.
Invece io voglio andare avanti, soprattutto perché ci credo; l'unico problema è l'impatto iniziale, in seguito, come ho letto anche di tante blogger che li usano, sarà tutto più facile.

Ci ho pensato tanto prima di iniziare, sicuramente il fatto che non ho dovuto comprarli ma li ho ereditati è stato un monito in più per decidermi, anche se il fattore economico pensandoci bene c'entra poco, visto che i pannolini usa e getta costano abbastanza e se ne usano talmente tanti che alla fine la spesa iniziale dei lavabili viene ammortizzata in tre mesi o poco più.
Non voglio provare, voglio riuscirci.
Innanzitutto perché credo di fare bene alla mia piccoletta, inquinerò un po' meno e risparmierò sicuramente.
Diventando mamma ho capito ancora di più che i percorsi semplici non sono sempre i migliori...quindi tra una settimana vi farò sapere com'è andata :)
Il prossimo passo sarà spostare la sua culla dalla nostra stanza alla sua.....ce la farò siiiii ce la farò!


















lunedì 7 aprile 2014

2 Mesi

Oggi la polpetta di casa compie due mesi.
Stiamo piano piano raggiungendo dei piccoli traguardi, ha raggiunto e superato i 4 kg di peso (yuuuu), dorme nella sua culla e a volte ci si addormenta anche da sola mentre sbircia la giostrina e la cosa più bella è che inizia a regalarci qualche sorrisetto....core de mamma.

Buona settimana a tutti!!!



giovedì 27 marzo 2014

50 giorni di te e di me

Eccomi tornata!
Nonostante io riesca ad avere qualche momento libero (almeno per ora) mi assale la pigrizia e a volte invece che scrivere preferisco andare a sbirciare gli altri blog...quando accendo il pc naturalmente e quando non devo stirare, stendere, rassettare...ecc...

Ultimamente penso ai post da scrivere di notte.
Da quando ero incinta, trovandomi sveglia a meditare, mi venivano fuori delle belle idee che...adesso le scrivo...sisi me le segno sennò me le dimentico...e...ronf mi abbioccavo miseramente e la mattina appena sveglia nessuno dei miei neuroni riusciva a ricordarsi nemmeno una virgola di quello che avevo elaborato ore prima sotto le pezze.
Ovviamente mi succede anche ora.
Invece che nel letto elaboro sulla poltroncina adibita all'allattamento, quando non mi ciondola la testa dalla stanchezza o quando non guardo per la centesima volta masterchef junior australia su sky, visto che la poppata dura ancora un ora o poco più, ho deciso di mettere nel mio sacchetto-kit allattamento che mi porto sempre dietro anche un blocchetto e una matita così da mettere subito per iscritto quello che mi viene in mente.
Perchè certe chicche come arrivano se ne vanno.

Qui si festeggiano 50 giorni di vita, sono trascorsi i famosi quaranta giorni dopo il parto, i più delicati, sono giorni in cui ti inizi a conoscere, a capire che ogni pianto ha il suo significato...giorni in cui ho iniziato ad amarla così tanto che mi accorgo di non poter più vivere senza di lei.
Ogni giorno è una scoperta e non soltanto per la piccola Adele ma anche per me, sto scoprendo di avere tante risorse nascoste e ho notato di riuscire a gestire tante situazioni in cui pensavo di non farcela...
...Tipo dormire cinque ore di filato e fare festa con il papi la mattina
Mangiare con una mano sola in piedi mentre rantoli un suono indefinito per farla addormentare
Schivare uno schizzo di cacca mentre cambio il pannolino....mia figlia ha il mirino nel sederino, l'ultima volta per poco non centrava la sedia a dondolo ad un metro e mezzo di distanza....
Alzarsi alle 5.30, darle la poppata, preparare la colazione, raccimolare qualcosa per Mr. F da portarsi in ufficio per pranzo, passare l'aspirapolvere, svuotare la lavastoviglie e rendersi conto che hai fatto tutto entro le 8.30 del mattino.....e allora si quasi quasi metto a fare il pane va! ;)
Insomma mi sento pronta.
All'inizio avevo paura di non essere all'altezza della situazione, mi guardo e mi vedo ancora piccola, invece mi piace proprio fare la mamma!


P.s. Non vi parlo delle coliche, dei dolori dell'allattamento, dei pianti in cui chissà che avrà e nel dubbio la cambio, la coccolo e le do pure da mangiare....delle discussioni con il papi perchè anche la nostra coppia sta prendendo le misure...insomma non è certo tutto perfetto....ma del resto tutto questo serve a godersi meglio tutti gli altri momenti....








venerdì 21 febbraio 2014

"Eva! allatterai con dolore"....ah no era partorirai con dolore.... O_o

Oggi festeggiamo due settimane insieme alla piccola polpetta....non sono volate come direbbe qualcuno ma sono state vissute intensamente.
Abbiamo preso le misure di come sarà la vita in tre, di come potremmo dividerci i compiti e di quanto sia impegnativo prendersi cura di una creaturina dai capelli neri neri a cui a volte prendono i cinque minuti e strilla come un aquila.
Ho all'attivo due sole uscite, causa maltempo, organizzazione mattutina lenta e visite pomeridiane, una è stata per andare dalla nonna pediatra per pesare e visitare Adele e l'altra è stata una bella passeggiata a villa Borghese, dove sarei rimasta tutto il giorno se non fosse che polpetta dopo la prima tetta ha deciso che la panchina non era ancora il luogo ideale per mangiare.
Non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui allattare non sarà più doloroso così da poterlo fare tranquillamente in ogni dove, così da poter uscire, passeggiare, andare a trovare amici senza aver paura di doverla attaccare e perdere la parola per qualche minuto!

La maggior parte del tempo siamo io e lei, sto imparando il significato di ogni suo pianto, ho capito che non ero in grado di cambiare un neonato, perchè quando non è tuo figlio fai le cose con una disinvoltura come se lo avessi fatto da sempre....ma la prima volta che ho dovuto cambiare Adele sembravo una bimba alle prese con le prime parole.
Sarà stata l'emozione!!
Ora mi sto sveltendo, a parte qualche gaffe notturna data dal sonno (tipo buttare per sbaglio un calzino nel pannolino sporco), sto imparando i trucchetti...del resto mamme non si nasce...si diventa!

Quando guardo la foto di quando è nata mi perdo nei suo occhietti sgranati e ogni dolore o mancanza di sonno svanisce...non c'è sacrificio più bello che far star bene chi ami....



Ora la piccola mirtilla dorme...tra poco tetta party yuuuuu!!!

A presto





venerdì 14 febbraio 2014

Una settimana

Buon San Valentino amore mio

martedì 11 febbraio 2014

ADELE è QUI!!!!

Il pronostico sulla nascita della piccola Adele è stato vinto da....mamma Kiki!!!
Venerdì 7 Febbraio alle ore 4.08 del mattino, ora del cornetto e cappuccino dopo una serata in discoteca, è nata la nostra Polpetta.

Giovedì avevo fatto una capatina in clinica ma il mio gine-capo mi aveva rimandato a casa per assenza di contrazioni significative...se non fosse che dalle 17 sono iniziati dei doloretti sospetti....in breve alle 23 ero di nuovo in clinica dilatata di 7 cm, travaglio lampo in qualche modo, dolori siiiiiiiii, se mi fossi regolata meglio sarei partita prima da casa ma dai 15 minuti di distanza tra una contrazione e l'altra alle contrazioni continue praticamente nemmeno me ne sono resa conto...cmq i dettagli sono superflui...la cosa più importante è che lei è qui, è bellissima ed è proprio la nostra bimba.



Ora si allatta, si guarisce da acciacci vari, perchè il travaglio è stato veloce ma il parto un pò meno...O_o

Torno presto